Seleziona una pagina
Ogni anno, in occasione del solstizio d’estate si celebra la “Festa della Musica”, un evento artistico promosso in tutta Europa che ha come scopo la diffusione di questo meraviglioso mezzo di espressione.
Nel 1982, in Francia, il Ministero della Cultura chiese a tutti i musicisti di suonare per le strade della propria città, non era importante che essi fossero professionisti e amatori. Dato l’enorme seguito che questa iniziativa riuscì fin dall’inizio a raccogliere, la “Fête de la Musique” fu poi promossa e sviluppata in tutta Europa grazie a un centro di coordinamentoe varie associazioni in ogni Paese partecipante.
Oggi la “Festa della Musica” è un evento importantissimo festeggiato in tantissimi Paesi e altrettante città.


Con 400 concerti a Roma, svariate iniziative a Milano e centinaia di esibizioni, workshop e altre manifestazioni in tutta Italia il nostro “Bel Paese” si dimostra sempre attento a tutto ciò che concerne l’arte. Visitando il sito si possono scoprire tutti i Comuni partecipanti, i grandi nomi che hanno aderito alle iniziative come sponsor e il seguito che questa incredibile festa riesce ad attrarre.


La musica è sinonimo di espressione, grazie a essa sono state scritte pagine di storia. La musica possiede innumerevoli poteri, ma quello di muovere e catturare le persone è sicuramente il principale: non risulta difficile ricordare manifestazioni come “Band Aid”, nata per aiutare i cittadini etiopi nella lotta alle carestie, o molte altre capaci di emozionare, sconvolgere e sviluppare una coscienza che molte persone mantengono dormiente al proprio interno. La musica non è solo intrattimento, è essa stessa un’alchimia di emozioni e sensazioni.

La capacità di utilizzare questa alchimia è ciò che rende la musica uno strumento così potente e che determina quanto l’ascoltatore possa esserne influenzato.