Maggio 8, 2018 saraCN

Facebook nel futuro, alla conferenza annuale presentate le novità

Il 1 e 2 maggio 2018 si è tenuta a San José in California la Facebook Developer Conference F8 (due giorni di conferenze dedicate agli sviluppatori) in cui il colosso dei social network ha annunciato i suoi ultimi aggiornamenti in arrivo. Le maggiori novità non possono che riguardare la privacy, per tranquillizzare e aiutare gli utenti a mantenere il controllo dei propri dati dopo lo scandalo di Cambridge Analytica scoppiato pochi mesi fa.  Per quanto riguarda la protezione dei dati Facebook dovrà anche rivedere alcune sue regole per adattarsi ai parametri europei entro il 25 maggio (giorno in cui sarà ufficialmente attivo il GDPR, il nuovo regolamento sul trattamento dei dati promulgato dall’Unione Europea).

 

Mark Zuckerberg annunciò tramite il suo profilo la nuova funzione Clear History, dedicata proprio alla privacy. Sarà possibile infatti per gli utenti visualizzare, scaricare ed eventualmente eliminare la propria cronologia di navigazione sul social network. Il fondatore di Facebook vuole migliorare l’esperienza degli utenti sul social, farli sentire al sicuro dopo i recenti fatti e soprattutto evitarne il più possibile un uso inadeguato.

 

Queste le parole di Mark Zuckerberg:
“To be clear, when you clear your cookies in your browser, it can make parts of your experience worse. You may have to sign back in to every website, and you may have to reconfigure things. The same will be true here. Your Facebook won’t be as good while it relearns your preferences. But after going through our systems, this is an example of the kind of control we think you should have. It’s something privacy advocates have been asking for — and we will work with them to make sure we get it right. One thing I learned from my experience testifying in Congress is that I didn’t have clear enough answers to some of the questions about data. We’re working to make sure these controls are clear, and we will have more to come soon.”

 

traduzione:
“Per esser chiari, quando pulite i cookies nel vostro broswer, ciò può rendere peggiore parte della vostra esperienza. Potreste dover ri-accedere ad ogni sito, e potrebbe dover riconfigurare certi parametri. Lo stesso accadrà qui (su Facebook). Il vostro Facebook non sarà così valido mentre dovrà imparare di nuovo le vostre preferenze. Ma dopo aver esaminato i nostri sistemi, questo è un esempio del tipo di controllo che pensiamo voi dovreste avere. è una cosa che i difensori della privacy hanno richiesto, e noi lavoreremo con loro per assicurarci di farlo in modo corretto. Una cosa che ho imparato dalla mia esperienza testimoniando al Congresso è che non ho avuto risposte abbastanza chiare ad alcune domande sui dati. Stiamo lavorando per assicurarci che questi controlli siano chiari, e ne arriveranno altri.”

 

Non solo privacy ma anche altre novità:
Facebook presenta il nuovo Oculus GO, un visore innovativo privo di cavi e che non necessita di ulteriori supporti: basta indossarlo per immergersi nella realtà virtuale. L’azienda di Zuckerberg punta sempre di più su questa tecnologia e sembra che anche il nuovo aggiornamento di Messenger sia strettamente connesso ad essa. Sarà infatti possibile per le aziende integrare i propri messaggi con la realtà aumentata rendendo la comunicazione con gli utenti sempre più interattiva. La comunicazione, la pubblicità e anche gli acquisti sul web stanno per subire un notevole cambiamento grazie all’AR (Augmented Reality – realtà aumentata).
Con il rilascio di questo ultimo aggiornamento l’app di messaggistica sarà più semplice ma anche più ricca di tools (strumenti) originali per i suoi fruitori e anche (soprattutto) per le aziende.

 

Un’ulteriore novità presentata la settimana scorsa è l’arrivo di un servizio di dating.

Sembra che il CEO di Facebook voglia promuovere questa funzione sul social per permettere agli utenti di creare delle relazioni più reali, durature, anche al di fuori della piattaforma. La funzione sarà distaccata dal profilo principale ed è stata pensata per proteggere al massimo la privacy degli utenti che vorranno usufruirne. L’azienda probabilmente cercherà di contrastare la popolarità di app come Tinder.

 

 

Oltre a questi aggiornamenti futuri alla conferenza sono state presentate numerose altre idee che presto potrebbero comparire su sul social, novità sia per gli utenti che per le aziende. La nostra speranza è che dopo tutti i recenti problemi relativi alla privacy questi aggiornamenti possano sempre muoversi cercando di tutelare il più possibile gli utenti che ne usufruiscono offrendo loro un’esperienza sempre migliore e senza rischi.
Tutti questi strumenti renderanno la comunicazione più divertente, interattiva e gli sviluppi possibili sono molto interessanti, non vediamo l’ora di poterli utilizzare e sperimentare queste nuove tecnologie.
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *