Maggio 31, 2018 saraCN

L’alba della Quinta Generazione

Se nel 1990 vi avessero chiesto: “Come immaginate la vita e la tecnologia nel 2018?” Cosa avreste risposto?
Città futuristiche con rampe mobili al posto dei marciapiedi, supermercati digitali in cui far spesa con un semplice click, macchine che si guidano da sole, scegliere i mobili di casa tramite l’uso di “ologrammi”, robot ovunque.
Molte di queste invenzioni sono già parte della nostra quotidianità! La realtà aumentata coi suoi visori innovativi, applicazioni che aiutano a prevedere il traffico e le tempistiche per raggiungere un posto, automobili intelligenti e telecomunicazioni che permettono aggiornamenti live su cosa sta accadendo dall’altra parte del mondo. Ma se tutto ciò potesse diventare ancora più veloce? La progressione tecnologica arriverà a livelli che oggi fatichiamo ad immaginare con chiarezza, e soprattutto sta cambiando con una velocità esponenziale, di volta in volta maggiore.
L’ultima frontiera che stiamo per varcare è il tanto chiaccherato: 5G.

 

All’inizio dei tempi c’era la connessione 1G, la prima generazione, lenta e che richiedeva strumentazioni ingombranti per funzionare. I dati erano trasmessi in maniera analogica, poteva trasmettere messaggi di testo o chiamate vocali. Successivamente nel 1991 venne introdotta la seconda generazione (2G) che, rispetto alla precedente, era digitale al 100%. Nei primi anni 2000 si diffonde la tecnologia 3G, che permetteva uno scambio in download/upload è molto più rapido (700Kbit al secondo, ossia 90KB/s). Con la terza generazione iniziava ufficialmente l’era della connessione da mobile e tablet. L’attuale quarta generazione ha fatto ulteriori passi in avanti: la velocità di trasmissione dovrebbe arrivare ai 150Mbps (reali 75Mbps).

 

 

Adesso siamo all’inizio di una nuova era: il 5G è alle porte, un assaggio di questa nuova tecnologia l’abbiamo avuto in occasione delle scorse Olimpiadi Invernali. Le promesse sono buone, anzi ottime: velocità, internet alla portata di tutti, connessioni sincrone di più utenti con segnali di connessione più efficienti, risparmio energetico, ulteriori sviluppo dell’IoT (Internet of Things: internet delle cose), case e città sempre più smart e anche nell’ambito medico vedremo cose strabilianti. Molte di queste innovazioni sono già state create, e sono attuabili con il 4G ma con il 5G tutto funzionerà in modo più efficiente e sicuro.

Nel 2020 dovremmo esser pronti per far partire questa rivoluzione, con cui si punta a connettere tutto. La logistica, l’organizzazione e analisi dei Big Data (in qualsiasi ambito: medico, accademico, industriale..), lo sviluppo scientifico, ogni settore potrà sfruttare il 5G a suo favore. Bisogna però prepararsi con attenzione a questo aggiornamento in modo da usufruirne nel modo più corretto possibile. Nel nostro futuro avremo una società sempre più interconnessa, che permetterà alle industrie e a tutti noi di sviluppare nuovi metodi intelligenti di lavorare, collaborare e interagire.

 

, , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *